Antipasti

RILETTE DI GALLINA

L’anno scorso eravamo a New York, nevicava e faceva un freddo da paura, ma nulla poteva fermare la nostra voglia di goderci la città che adoriamo…arrivati a Downtown un nostro caro amico ci porto a pranzo alla Boulangerie Maison Kayser e lì tra pane, formaggi e conserve ho conosciuto la Rilette de Canard…devo dire che prima di allora non amavo l’anatra ma dopo la rilette tutto è cambiato! Oggi ho voluto proporvi una rilette non di anatra ma una versione con una carne più facile da trovare: la gallina; ma non una gallina normale…una signora gallina, allevata a terra e nutrita in maniera naturale (grazie Vincenzo Serra). Basta con le chiacchiere…la rilette è una conserva, si può fare anche di maiale o di pesce, l’importante è che ci sia del grasso. Si serve come antipasto o per un aperitivo un po’ particolare con fette di pane integrale tostato ed imburrato…ora basta non vedo l’ora di pubblicare la ricetta è concedermi una bella fetta di pane, burro e rilette.

INGREDIENTI per 3 vasetti da 160 ml

1 gallina di circa 2 kg, 1 carota, 1 gambo di sedano, 1 cipolla, 500 gr di pancetta fresca, 2 foglie di alloro, pepe in grani a piacere, sale

Tagliate la gallina a pezzi e sistematela in una casseruola con tutti gli ingredienti. Coprite di acqua e mettete sul fuoco. Lasciate cuocere per 3/4 ore a fuoco lento. Quando vedete che la carne si stacca dalle ossa spegnete e lasciate raffreddare un po’.

Sfilacciate la carne con le mani, prelevate il grasso che si è formato sulla superficie dell’acqua e mescolatelo con la carne della gallina. Sistemate nei vasetti alternando con il brodo che è venuto fuori dalla cottura. Chiudete bene e conservate in frigo per almeno 12 ore prima di consumarla.

RILETTE OF HEN

Last year we were in New York, it was snowing and it was a cold out of fear, but nothing could stop our desire to enjoy the city we love … arrived in Downtown our dear friend brought us to lunch at Boulangerie Maison Kayser and there Bread, cheeses and preserves I met Rilette de Canard … I have to say that before I did not love the duck but after the reread everything has changed! Today I wanted to propose you a non-duck reread but a version with a meat easier to find: the hen; but not a normal hen … a lady hen, raised on the ground and nourished naturally (thanks to Vincenzo Serra). Just with the talk … the reread is a preserved, it can also be made of pork or fish, the important thing is that there is fat. Serve as an appetizer or for a little special aperitif with slices of toasted and baked whole bread … now I just can not wait to publish the recipe to give me a nice slice of bread, butter and rilette.
INGREDIENTS for 3 160 ml jars
1 chicken about 2 kg, 1 carrot, 1 celery stalk, 1 onion, 500 gr fresh bacon, 2 bay leaves, grape pepper, salt
Cut the chicken into pieces and place in a saucepan with all the ingredients. Cover with water and put on fire. Let it cook for 3/4 hours on slow fire. When you see that the flesh breaks from the bones turn off and let it cool a little.
Get rid of the meat with your hands, take the fat that formed on the surface of the water and mix it with the hen’s meat. Place them in the jars alternating with the broth that came out of the baking. Close it and keep it in the fridge for at least 12 hours before eating it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...